Frutta fresca e disidratata: quanta se ne può mangiare al giorno?

Frutta fresca e disidratata: quanta se ne può mangiare al giorno?

- in Alimentazione, Eventi, Ultime Notizie
214
0
Featured Video Play Icon

Posto che la frutta non fa male, essa dev’essere di stagione e di produzione locale.

Se una persona non è sovrappeso, è sportiva, è sana e non ha problemi la frutta può essere mangiata in quantità. Se la persona è in sovrappeso e vuole dimagrire, invece, deve contemplare anche la frutta nel calcolo della dieta. La frutta, infatti, come tutto è calorica. Conviene quindi non andare oltre le 4-5 porzioni al giorno.

Al contrario, si può esagerare senza nessun problema mangiando in abbondanza verdura. Il suo vantaggio è che contiene tutti gli elementi nutritivi che ci sono sulla frutta (vitamine, anti-ossidanti, polifenoli, fibra, Sali minerali) e non fa ingrassare, non essendo zuccherina.

La frutta disidratata

La frutta disidratata va considerata al pari della frutta idratata. Essa ha un sostanziale quantitativo di fibra solubile e, come la frutta fresca, ha un bassissimo contenuto di zuccheri e quindi un trascurabile indice glicemico. Essa può essere un alimento importante per contrastare diversi disturbi legati al mal funzionamento del metabolismo.

Oltre ad avere molte fibre, la frutta disidratata è considerata una delle fonti migliori di potassio. Al suo interno sono presenti vitamine e minerali che costituiscono la tipicità del frutto stesso, oltre ad un quantitativo di rilievo di fenoli. Volendola mangiare, va consumata nella stessa quantità di quella fresca. In questo caso è molto importante bere, perché la frutta assorbirà l’acqua presente nell’organismo.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

5G un rischio per la nostra salute?

5G il sistema di telecomunicazione di quinta generazione