Tapping: che cos’è

Tapping: che cos’è

- in Salute e Benessere
96
0

Il tapping o Emotional Freedom Techniques (EFT) è una tecnica di rilassamento corporea che stimola i punti energetici meridiani tramite un automassaggio. Toccando e picchiettando con la punta delle dita determinati punti dei corpo, infatti, permette di rilasciare energia e di attivare spontaneamente un processo di guarigione.

Il tapping può alleviare dolori cronici e può essere utilizzato in presenza di problemi emotivi, dipendenze, disturbi da stress post-traumatico e particolari malattie fisiche.

Tapping: come funziona

Per meglio comprendere le finalità di questa tecnica si deve partire dal presupposto che nell’organismo talvolta possono formarsi alcuni blocchi che impediscono alle energie positive di fluire liberamente. Il tapping, dunque, va ad agire sul subconscio, modificando le convinzioni negative.

Entrando nel dettaglio, per ripristinare il corretto fluire energetico può essere utile picchiettare e tamburellare dei punti specifici del corpo con la punta delle dita o con i polpastrelli. E il movimento non deve essere casuale: il tamburellare, infatti, deve essere delicato, ripetuto e accompagnato da frasi o parole che favoriscono la sblocco dell’energia.

Le zone dove praticarlo e i benefici

Le zone da picchiettare sono molte: si spazia dalle sopracciglia all’area che circonda gli occhi, ma è utile massaggiare anche sotto il naso, il mento, la clavicola, le ascelle e la testa.

Per eseguire il movimento corretto vanno utilizzate due dita (o i polpastrelli) così da effettuare dei movimenti delicati, atti a sciogliere lo stress.

Il tapping viene utilizzato per trattare i dolori e varie malattie: è efficace, ad esempio, in caso di allergie, intolleranze alimentari e dipendenze. Infine, è anche uno strumento valido per affrontare traumi, ansia, fobie, depressione e sofferenza psicologica.

You may also like

Emorroidi: curarle con i rimedi naturali

La malattia emorroidaria (spesso definita emorroidi) è un