I libri di Salute Plus: “Capire il karma”

I libri di Salute Plus: “Capire il karma”

- in Salute e Benessere, Ultime Notizie
138
0
Featured Video Play Icon

Massimo Nicastro, editore delle Edizioni Rudolf Steiner, ci parla di “Capire il karma”, un libro che raggruppa cinque conferenze del 1912, mai pubblicate in Italia, che provocano il lettore a considerare l’ipotesi della reincarnazione sulla base di osservazioni concrete: che tipo di persona sono io? Per cosa sono portato? Cosa ho odiato nella mia vita e mai avrei voluto affrontare? È un richiamo alla concretezza per rendere la propria vita più bella e più sana. Il testo è preceduto da una interessante prefazione che mostra l’affidabilità dei manoscritti da cui è stata tratta la presente redazione, fedele al dettato di Steiner.

Grazie a Steiner il concetto di karma che si è avuto fino a quel momento viene totalmente rivoluzionato, e proprio come dice in queste conferenze si tratta di una “rivoluzione copernicana”. Siamo soliti, in base a quanto abbiamo acquisito dalle culture orientali, considerare il karma quasi come una legge a cui bisogna sottostare per cose fatte in vite precedenti. Con Steiner, invece, il karma diventa una forza amorevole che esiste ancor prima di nascere, che ci aiuta affincé ci vengano incontro le occasioni migliori, ma anche quelle più difficili, quelle che richiedono più attenzione e che ci portano ad una sofferenza anche maggiore. Steiner, infatti, dice che se andiamo a dare uno sguardo retrospettivo alla nostra vita e andiamo a trovare le situazioni che ritenevamo difficili o ingiuste, dalle quali volevamo scappare, in realtà esse rappresentano le occasioni che abbiamo voluto di più, perché in chiave spirituale va considerato che il volere, cioè l’amore di ognuno di noi per gli altri, è una forza divina, è una forza sovrumana. Quindi, tutto quello che noi vediamo come accadimento, casuale dovuto ad altri fattori, è ciò che vogliamo più di ogni altra cosa. La nostra coscienza superiore sa di tutto quello che noi siamo capaci di affrontare e vuole portarci incontro a tutte le migliori occasioni per farci diventare sempre più individui sani, autonomi nei propri pensieri e amanti nei nostri riguardi e nei riguardi degli altri. Questo è il karma.

Dal XX secolo in poi, dice Steiner, vediamo l’avveno del cosiddetto Signore del karma. Il Signore è quell’entità cosmica che 2000 anni fa si è sacrificata e ha fatto di tutto perché ognuno di noi potesse capire sempre meglio la grandezza e la pienezza dell’essere umano. Egli si pone, come tutti gli spiriti e le gerarchie angeliche, in un’azione tale da farci venire incontro solo quanto noi siamo in grado e capaci di poter affrontare e superare. Questo cambia completamente la visione di tutto ciò che ci capita ogni giorno, che solitamente è visto come negativo o positivo. Invece, se andiamo oltre la coscienza ordinaria e cerchiamo di vedere il negativo come sfida per raggiungere qualcosa di positivo, ecco allora che riusciamo a vederci anche più forti e pronti ad affrontare quelle sfide.

“Una vita come un giorno”, titolo del primo capitolo, è una frase fondamentale, la chiave di volta per capire la visione di Steiner sul karma. Siamo soliti vedere la vita come nascita, crescita e morte. È un po’ come vedere le giornate come mattina, attività giornaliere e sera. Ma in realtà noi abbiamo uno “ieri” e un “domani”.  Non solo. Progettiamo anche tutto quello che faremo nei giorni successivi. Se andiamo a far equivalere questa immagine con tutto quello che è il karma, ci rendiamo conto di quante possibilità abbiamo nell’andare ad interpretare tutto quello che quotidianamente ci viene incontro dalla vita. Non solo. Apriamo la nostra mente e ampliamo il nostro panorama di veduta delle cose, e quindi non ci vediamo solo confinati in una giornata, quindi in una vita, ma siamo ampliamente operanti in tutta l’evoluzione cosmica.

Quando noi ci poniamo con questa nuova ottica quotidiana nei confronti di tutto quello che andiamo ad affrontare nella vita, tutto quello che apparentemente sembra pesante o ingiusto diventa non solo quanto di più giusto, ma quanto di meglio per noi. È questa la chiave di lettura del karma.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

I libri di Salute Plus: “Segni dei tempi”

Assieme a Massimo Nicastro, editore delle Edizioni Rudolf