5G un rischio per la nostra salute?

5G un rischio per la nostra salute?

- in Eventi, Ultime Notizie
528
0

5G il sistema di telecomunicazione di quinta generazione è ormai realtà anche in Italia, è infatti iniziata la sperimentazione in molte città italiane. Ma una domanda sorge spontanea: 5G è un rischio per la nostra salute?

Il Codacons(Coordinamento delle Associazioni per la difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori) ha chiesto ai sindaci italiani di rifiutare la sperimentazione del 5Gsui loro comuni. Cosa ha spinto tale iniziativa? «Allo stato attuale – afferma Carlo Rienzi, Presidente Codacons – le evidenze scientifiche non sono in grado di assicurare con assoluta certezza l’assenza di rischi suo fronte sanitario per i cittadini. In tali situazioni si applica quindi il principio di precauzione che pone come interesse primario la tutela della popolazione, anche perché i sindaci sarebbero i primi soggetti chiamati a rispondere di eventuali danni prodotti da strutture tecnologiche autorizzate dalle amministrazioni».

Rispetto alle reti di precedente generazione il 5G utilizza frequenze a onde millimetriche, più concentrate, questo si traduce in celle molto piccole ma molto più numerose nelle nostre città.

Ma una radiazione di tale portata 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno rappresenta dei rischi per la nostra salute? Una nuova tecnologia può essere introdotta senza avere le conoscenze necessarie per smentirne ripercussioni sulla salute umana?

Queste le domande di un gruppo spontaneo di cittadini sensibili all’argomento che hanno deciso di presentare una petizione al Sindaco di Treviso ed organizzare un incontro pubblico gratuito per fare chiarezza su temi importanti sconosciuti a molte a persone.

In questi giorni fino ad inizio ottobre è attiva la raccolta firme per la richiesta di sospendere in via definitiva la concessione di installazione di nuove antenne 5G nella città di Treviso.

Il 9 ottobre alle 20.30 si terrà presso Best Western Premier BHR Hotel di Treviso la serata informativa gratuita “WI-FI/5G sempre più veloce. Salute sempre più lenta” un prezioso incontro aperto alla cittadinanza per meglio comprendere le implicazioni delle tecnologie attuali e di quelle in arrivo.
Relatori della serata la Dott.ssa Fiorella Belpoggi Direttore del centro di ricerca sul cancro Cesare Maltoni dell’Istituto Ramazzini e il Dott. Achille Sacchi Insegnante di ElettroGeoBiologia.

E’ possibile prenotare il proprio posto all’evento “WI-FI/5G sempre più veloce. Salute sempre più lenta” iscrivendosi nel sito www.saluteplus.eu.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

Alimentazione vegetariana per prevenire le malattie

In Italia il 6% della popolazione è vegetariano,