L’analisi del capello: ecco perché potreste averne bisogno

L’analisi del capello: ecco perché potreste averne bisogno

- in Salute e Benessere, Ultime Notizie
110
0

Alla Farmacia Santrovaso un prezioso aiuto per la salute dei capelli

Sono molti i fattori che possono influire sulla salute dei nostri capelli: fumo, stress, alimentazione, esposizione ai raggi solari. L’analisi del capello, che si può fare tranquillamente in farmacia, ha un ruolo fondamentale per comprendere e risolvere problemi ai capelli e alla cute: con essa si può controllare la salute del capello per capire se ci sono problematiche di diradamento temporanee che possono andare ad impattare sulla salute del capello stesso. Romina Possamai, della Farmacia Santrovaso, ci ha spiegato quali sono i benefici di questo esame.

L’analisi del capello, nello specifico, permette di capire:

  • qual è la situazione del cuoio capelluto grazie all’analisi del sebo;
  • il pH del cuoio capelluto, verificando se c’è una situazione di normalità oppure un pH acido o basico, che suggerisce che i prodotti per capelli utilizzati non sono corretti;
  • quali sono le caratteristiche del capello. Grazie ad una telecamera si può vedere il capello nella sua lunghezza e riscontrare se è più o meno spesso, se ci sono delle doppie punte e anche se c’è la presenza di forfora o sebo.

Il macchinario per l’analisi del capello funziona grazie a delle sonde che vengono appoggiate al cuoio capelluto. Non si tratta dunque di un’analisi invasiva! Il procedimento, nel caso di analisi completa, richiede una ventina di minuti, tempo necessario per le varie sonde di rilevare le informazioni. Diversamente, l’apparecchio può essere utilizzato per analisi mirate: si può selezionare ad esempio il programma dedicato all’analisi della e analizzare solo quella problematica. In questo caso i tempi per l’analisi sono davvero veloci.

L’analisi con la microcamera può aiutare ad individuare precocemente e trattare in modo personalizzato problemi come:

  • Forfora;
  • Capelli secchi e sfibrati a causa di trattamenti cosmetici effettuati in modo non corretto come tinte, permanenti o meches che danneggiano la salute del capello;
  • Capelli grassi o oleosi portati da squilibri ormonali, stress o da un utilizzo prolungato di shampoo troppo aggressivi nei confronti del capello;
  • Eccesso di sebo o dermatite seborroica dovuti ad una alimentazione scorretta, squilibri ormonali o stress;
  • Perdita di capelli;
  • Problemi alle radici.

Bisogna sottolineare che un ruolo importante per questo tipo di analisi lo ricopre il dialogo con il paziente. Egli o ella di solito arriva in farmacia con una motivazione precisa, ad esempio “perdo un sacco di capelli”, dando già una chiave per analizzare i dati del macchinario. Quando non è così, solitamente i farmacisti più attenti come quelli della Farmacia Santrovaso svolgono “un’intervista” per capire per quale motivo una persona richiede l’analisi, cosa avverte e quali prodotti utilizza. Quindi, in conclusione, non sono solo i dati oggettivi della macchina che poi danno la possibilità di suggerire un trattamento, ma sono anche le informazioni fornite dal paziente che permettono al farmacista di suggerire le corrette contromisure per ristabilire il giusto stato del capello.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

Qualità e sicurezza dei vaccini: luci e (soprattutto) ombre

Intervista alla Dott.ssa Loretta Bolgan La dottoressa Loretta