L’autodeterminazione del cittadino: intervista a Valentina De Guidi

L’autodeterminazione del cittadino: intervista a Valentina De Guidi

- in Eventi, Ultime Notizie
1731
0

Domenica 11 marzo alle ore 14.00 presso l’Auditorium Verdi del Centro Congressi di Veronafiere, a Verona si terrà il convegno “L’autodeterminazione del cittadino: diritti, doveri e principio di precauzione. Fondamenti giuridici, etici e medico-scientifici per una richiesta di ordinanza ai Sindaci.” 

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Valentina De Guidi, membro del “Comitato genitori attenti” organizzatore dell’evento.

 

Come nasce il Comitato genitori attenti e perché si è scelto proprio questo nome?

Il comitato Genitori Attenti è un comitato spontaneo, nato dall’esigenza di vari gruppi di genitori preoccupati per la deriva della società civile odierna che mette a dura prova i valori del diritto naturale, che sono stati minacciati. Si è scelto l’aggettivo “Attenti” proprio perché questi valori sono in mano nostra, siamo noi i responsabili del nostro futuro e quello dei nostri figli.

 

Quali sono i vostri obiettivi e quali iniziative proponete?

L’obiettivo principale è sensibilizzare e mantenere alta l’attenzione su temi riguardanti la responsabilità genitoriale. Non delegare ad altri la responsabilità di crescita dei propri figli e diventare cittadini autodeterminati e consapevoli dei diritti civili, giuridici, sanitari e scolastici che la costituzione italiana mette a disposizione.

 

Cosa tratterà il Convegno L’autodeterminazione del cittadino, organizzato dal vostro comitato,  che si terrà l’11 marzo a Verona?

Il Convegno dell’11 Marzo 2018 a Verona tratterà proprio l’autodeterminazione del cittadino, imparare ad agire in modo consapevole e concreto, ri-acquisire la percezioni dei propri diritti civili e giuridici, minati in questo ultimo anno da un Governo dimostratosi più autoritario che autorevole.

 

Libertà di scelta sanitaria oggi, cos’è? è davvero possibile?

La libertà di scelta sanitaria oggi è il diritto fondamentale di poter valutare e fare una scelta sulla base di informazioni, dati certi scientifici, su quale sia il percorso curativo migliore di ogni singolo cittadino.

Certo che è possibile…

se la comunità scientifica abbassasse gli scudi che ora ha alzato e iniziasse a lavorare in modo sinergico tra di loro

se i politici di oggi iniziassero a pensare al loro paese invece che ai vari impegni internazionali

ed il mondo giuridico iniziasse ad essere meno coinvolto dalla classe politica.

 

Nei genitori si sono generate ansie e paure quali sono i vostri consigli?

Il consiglio che sento di dare è di comprendere in modo analitico e del tutto staccato da una emotività che genera confusione. Leggere, documentarsi, pensare in modo critico. E poi agire, agire in modo coordinato e collaborativo e soprattutto consapevole, per chiedere che venga rispettata la nostra individualità ed integrità psicofisica.

A Verona daremo loro uno strumento di lotta civile a difesa degli articoli 2 – 13 – 30 – 31 – 32 – 34 della Costituzione Italiana, e non solo, per rivendicare i propri diritti civili ed umani.

Seguite la diretta in rete, o iscrivetevi e presenziate al convegno per comprendere meglio la proposta che vi faremo.

 

Chi dovrebbe partecipare al convegno?

Al convegno dovrebbero partecipare tutti i cittadini che hanno ancora una speranza di cambiamento di questa deriva autoritaria nella quale siamo caduti.

Dovrebbero partecipare tutti quei cittadini che sentono in loro il valore dell’autodeterminazione.

Chi verrà al convegno avrà una proposta di azione coordinata, da tenersi in tutta Italia. Spiegheremo poi a Verona, non adesso.

 

Chi sosterrà le spese per l’organizzazione del convegno e come possiamo aiutarvi a sostenerle?

Gli organizzatori del convegno hanno deciso di rendere gratuito questo evento, per tutti i cittadini e per chi fosse impossibilitato presenziare, potrà farlo da casa in diretta streaming su saluteplus.eu o differita. Per permettere questo stiamo sostenendo ingenti spese, anticipando caparre e depositi. Per chi volesse contribuire con una donazione di modico valore lo può fare andando sul sito https://11marzo2018veronacittadinisovrani.wordpress.com/2018/02/11/spese-organizzative-del-convegno-donazioni-di-modico-valore-sono-ben-accette/ dove troverà tutte le indicazioni.

 

 Per prenotare il proprio posto all’evento collegarsi al seguente link https://www.saluteplus.eu/ultime-notizie/lautodeterminazione-del-cittadino-diritti-doveri-principio-precauzione/

 

You may also like

Mangiare con i 5 sensi

Intervista esclusiva alla dottoressa Sabine Eck Alcuni dei