Genziana: proprietà, benefici e utilizzo

Genziana: proprietà, benefici e utilizzo

- in Naturopatia, Salute e Benessere, Ultime Notizie
253
0

Genziana, pianta dalle straordinarie proprietà per l’organismo umano: ecco tutti i benefici e come usarla.

La genziana è una pianta poco conosciuta ma ricca di proprietà e benefici per la salute. Appartiene alla famiglia delle Gentianaceae, un gruppo che vanta circa 400 varietà di specie, tutte distribuite nelle regioni temperate dell’Asia, dell’Europa e di alcune aree del Sudamerica. Questa pianta può raggiungere anche i due metri di altezza e le varietà più conosciute sono quelle che presentano fiori color pervinca, davvero meravigliosi.

In fitoterapia viene utilizzata la genziana dai fiori gialli e ne vengono utilizzate solo le radici raccolte fra il secondo e il quanto anno di vita della pianta stessa durante il periodo autunnale, tagliate a pezzetti ed essiccati al sole.

 

Breve accenno storico sulla genziana

Sul nome di questa pianta e sulla sua scoperta vi sono diversi racconti, il primo narra che al primo a scoprire le virtù di questa pianta fu il re dell’Iliria, Gentius nel secondo secolo a.C..

Una seconda leggenda ungherese narra che la genziana fu scelta per salvare il popolo da una carestia molto grave.

Un’ultima storia ancora racconta di cavalieri vittime di incantesimi d’amore causati dalla stessa genziana per via della bellezza dei suoi fiori.

Sicuro è che le proprietà benefiche della genziana erano note nel Medioevo, tanto da essere considerata una panacea per il tempo.

Ma cosa contiene la genziana? Principalmente amarogentana, gentianina e gentisina, sostanze che fra le altre cose combattono i disturbi della digestione. Non solo sono presenti anche glucosidi, alcaloidi e flavonoidi.

Vediamo ora nel dettaglio i suoi benefici e come utilizzarla.

Proprietà, utilizzi e controindicazioni della genziana

Benefici della genziana

 C’è una stretta correlazione tra genziana e digestione. Questa pianta infatti, aiuta ad aumentare la produzione del liquido biliare, il che aiuta a dissolvere rapidamente il cibo e ad eliminare quella fastidiosa sensazione di pesantezza allo stomaco.

È anche un ottimo diuretico naturale, ovvero aiuta ad aumentare la minzione contribuendo ad eliminare le tossine accumulate nel corpo. Di conseguenza, il fegato risulta protetto e il sangue purificato, mentre i livelli di acido urico si abbassano così come quelli di sodio. Ne consegue anche un abbassamento della pressione sanguigna.

La Genziana funge anche da stimolante dell’appetito. Dunque il suo impiego è molto utile per combattere e curare diverse patologie come l’anoressia.

Inoltre fa bene alla pelle. Alcuni utilizzano questa pianta per alleviare le ferite, ma la sua proprietà più nota è quella di alleviare il prurito cutaneo.

In fitoterapia la genziana viene utilizzata per

  • Stimolare l’appetito e facilitare la digestione
  • Contrastare flatulenza e gonfiore
  • Eliminare vermi e parassiti dal tratto digerente
  • Rinforzare il sistema immunitario
  • Curare tosse e raffreddore
  • Stimolare la cistifellea e trattare l’ittero

 

Usi della genziana

Genziana: uso interno

 Vediamo insieme come assumere la genziana. Trattandosi di una pianta molto, molto amara, solitamente viene prodotta in compresse. Tuttavia è anche possibile prenderla sotto forma di infusi e decotti.

Per preparare una tisana alla genziana si fa bollire mezzo litro di acqua e vi si aggiungono 5 g di radice di genziana. Poi si spegne la fiamma, si copre e si lascia riposare il decotto per 10 minuti. Infine si filtra e si gusta.

Questa tisana è ottima per le problematiche del fegato e digestive, assumendone sino a 4 tazze al giorno e una mezz’ora pima dei pasti.

Nei negozi specializzati si trovano infusi già pronti di genziana con altri estratti di piante ideali per uso interno.

 

Genziana: uso esterno

Per usare la genziana come rimedio naturale per mantenere la pelle in buona salute, si fanno bollire due tazze di acqua e successivamente si aggiungono 10 g di radice di genziana. Trascorsi 5 minuti si spegne la fiamma e si lascia riposare il composto coperto finché non si raffredda. Per finire, si filtra e si impregna una garza che andrà applicata sulla zona di interesse.

Su cicatrici, ferite o dermatosi è consigliato tamponare la zona più volte al giorno.

Vi ricordo che la genziana si trova anche sotto forma di liquore alcolico consumato come amaro digestivo dopo i pasti, il famoso liquore alla genziana.

Controindicazioni e avvertenze sulla genziana

La genziana non va assunta in presenza di serie patologie a carico dello stomaco come l’ulcera e l’ernia iatale. Inoltre è sconsigliato il suo impiego sia in gravidanza che durante l’allattamento.

Non eccedere mai nelle dosi consigliate raccomandate sulle confezioni o dal vostro erborista di fiducia, un’assunzione di dosi elevate può provocare diversi disturbi come: spasmi, emicrania, nausea, diarrea e frequenza cardiaca accellerata.

 

Note

La genziana è una specie protetta e ciò significa che è altamente vietato raccoglierla. Il divieto è assoluto e le sanzioni per i trasgressori sono elevate. Tuttavia, non vi è alcun tipo di problema visto che la radice di genziana si trova facilmente nelle erboristerie.

You may also like

Oli essenziali per un caldo inverno

Buongiorno, dottoressa, andiamo incontro all’inverno e all’intimità delle