Aminoacidi per la mente

Aminoacidi per la mente

- in Alimentazione
817
0

Alimentazione e integrazione per il benessere della mente

Gli aminoacidi sono componenti fondamentali delle proteine del corpo umano, le quali sono costituite dalla diversa combinazione solo di 20 diversi amminoacidi, nove dei quali, vengono definiti essenziali, poichè l’organismo non riesce a costruirseli autonomamente, ma deve ricavarli dagli alimenti. Alcuni più conosciuti di altri, gli amminoacidi sono tutti fondamentali e l’assenza, anche solamente di uno di essi, può causare gravi malattie. Il funzionamento stesso del cervello dipende dalla loro presenza poiché, se gli aminoacidi non sono tutti contemporaneamente presenti, vi è alterazione della trasmissione neurologica.

Alcune patologie collegate all’alterato metabolismo di aminoacidi sono la fenilcheturia, una malattia congenita che colpisce una persona su 15.000 ed è caratterizzata dall’accumulo di fenilalanina, che, se non correttamente trattato, può portare a conseguenze quali ritardo mentale e anomalie cognitivo comportamentali. Anche il più noto albinismo rientra tra queste malattie, infatti, ,è dovuto ad un deficit di produzione di melanina, che comporta parziale o totale assenza del pigmento a livello di pelle, capelli, e occhi.

Il valore di una proteina per un uomo adulto e in salute, di norma, è raccomandata l’assunzione di 30-40 g di proteine ogni giorno, le quali dovrebbero essere di alta qualità, al fine di garantire l’apporto di tutti gli aminoacidi essenziali. Il consumo di cibi di origine animale, quali carne, pollame, pesce, uova, e prodotti latteo-caseari, garantisce l’apporto di tutti gli aminoacidi essenziali, mentre è necessaria una maggiore attenzione nel caso in cui, questi alimenti, non siano presenti nell’alimentazione. I vegetali infatti, sono spesso deficitari di uno o più amminoacidi essenziali.

I cereali ad esempio, sono poveri in lisina, mentre i legumi ne sono ricchissimi ed e’ quindi necessario porre attenzione agli abbinamenti e alla composizione dei vari pasti.
Buon umore, sonno e concentrazione… questione di aminoacidi Gli amminoacidi sono determinanti per il corretto funzionamento della psiche poiché, oltre a fungere da mattoni per la struttura stessa del cervello, sono anche necessari per la sintesi dei neurotrasmettitori, ossia molecole preposte al coordinamento emotivo, cognitivo e comportamentale.
Triptofano e tirosina sono necessari per la formazione di serotonina e dopamina, fondamentali per l’equilibrio emotivo e comportamentale. Glicina e glutammina sono invece necessari per rilassamento e apprendimento.

La tirosina, definito antidepressivo, è precursore diretto della dopamina e, la sua integrazione, può contrastare gli effetti negativi dello stress, migliorando concentrazione, memoria e apprendimento. Può essere utile anche per il controllo della fame nervosa, poichè coinvolta nel meccanismo di rilascio dell’ormone della sazietà. Alimenti che la contengono sono i prodotti caseari, carne, pesce, uova, frutta secca, fagioli e frumento.

Il triptofano, è necessario per la produzione della serotonina, la quale favorisce il buon umore e sembra diminuire sensazioni di ansia e panico. Poco presente negli alimenti, si trova soprattutto nel prosciutto, nella carne di manzo e di maiale, nel parmigiano, nelle acciughe, nelle uova e nelle albicocche. La sua assenza nella dieta porta allo sviluppo della pellagra. L’integrazione prevede l’assunzione non tanto dell’aminoacido, quanto del suo precursore, particolarmente abbondante nelle Griffonia simplicifoglia, una pianta medicinale originaria dell’Africa occidentale, della quale si utilizzano i semi.

La melatonina, regolatrice del ritmo sonno veglia, viene prodotta dal nostro organismo durante la notte, in modo strettamente dipendente dal susseguirsi delle variazioni di luce e buio, ma anche delle stagioni.
La melatonina favorisce l’addormentamento e migliora la qualità del riposo, favorendo un sonno senza interruzioni. Questo perché sembra in grado di potenziare la fase REM, ossia il sonno profondo.

Un’altro importante aminoacido è la glutammina, definito carburante del cervello. Normalmente viene integrata dagli sportivi, per le sue molteplici funzioni. Promuove inatti, la rimozione delle scorie azotate originate dall’attività muscolo scheletrica, promuove l’aumento della massa muscolare e favorisce il recupero. E’ utile anche per l’intestino, nel quale agisce come nutrimento per le cellule, mantenendo l’integrità della mucosa gastroenterica. Nel’area cerebrale funge da stimolante, potenziando le funzioni cognitive e la memoria. Nelle foglie di tè verde è presente la Teanina, un aminoacido ad attività tranquillante e rilassante. Questo importante principio attivo, stimola l’attività cerebrale promuovendo l’aumento delle onde alfa, ossia il cosiddetto “effetto di attenzione alfa” che comprende un generale aumento delle capacità di apprendimento, cognitive e mnemoniche.

 

You may also like

Alimenti e rimedi naturali per sonno e rilassamento

Dolce dormire I problemi legati al sonno sono