La quinta dimensione: il rapporto con il paziente

La quinta dimensione: il rapporto con il paziente

- in Medicina, Ultime Notizie
141
0
Featured Video Play Icon

Lo spostamento dei denti è un movimento che avviene nelle tre dimensioni dello spazio. In più, esiste una quarta dimensione, che abbiamo visto essere il tempo: non è indifferente effettuare lo stesso tipo di movimento dentale o comunque lo stesso tipo di approccio terapeutico in qualsiasi momento. Questo concetto si ricollega alla finestra di opportunità terapeutica.

D’altro canto, affinché esista una vera qualità, e affinché la capacità tecnica dell’ortodontista si esprima al meglio, c’è qualcosa di assolutamente indispensabile che definiamo la quinta dimensione. La quinta dimensione è la qualità del rapporto, la qualità della relazione terapeutica che si crea tra ortodontista e paziente. Ciò è vero in particolare per i bambini, ma vale anche per i giovani adolescenti e per gli adulti.

La differenza, in una relazione medica, la fa sempre la relazione, il tipo di simbiosi, collaborazione e, in termini medici, l’adesione alle indicazioni terapeutiche del paziente. Questi sono gli ingredienti che rendono una terapia ortodontica di successo.

Per queste ragioni la quinta dimensione, la relazione terapeutica, è un elemento fondamentale, probabilmente quella che porta alla maggiore qualità l’espressione di un trattamento ortodontico.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

5G un rischio per la nostra salute?

5G il sistema di telecomunicazione di quinta generazione