Cibo e tumori: quando l’alimentazione fa la differenza

Cibo e tumori: quando l’alimentazione fa la differenza

- in Ultime Notizie
383
0

3×100% naturale. 3 conferenze sull’alimentazione al 100% naturali

Siamo con uno dei protagonisti della grande conferenza che si terrà domenica a Treviso all’Hotel Maggior Consiglio a partire dalle ore 14.30. Cominciamo a conoscere meglio chi è la dottoressa De Petris.

Sono la dottoressa Michela De Petris, medico chirurgo, specialista in scienza dell’alimentazione, esperta in alimentazione vegetariana, vegana e crudista, nella terapia nutrizionale del paziente oncologico e nello svezzamento naturale dei bimbi.

Benissimo dottoressa, di che cosa parleremo esattamente nel pomeriggio di domenica?

Il 10 marzo parlerò proprio di dieta e tumori. Quali indicazioni, quali basi scientifiche, ma soprattutto quali principi pratici seguire per la prevenzione e la terapia dei tumori.

E l’alimentazione ci può aiutare in tutto questo?

Con l’alimentazione si può fare davvero tanto. Il cibo è la prima medicina, scegliendo i cibi giusti possiamo prevenire un grande numero di patologie cronico-degenerative (obesità, sovrappeso, osteoporosi, colesterolo alto, pressione alto, gotta), ma anche e soprattutto i tumori. Sempre con i cibi giusti possiamo anche curare le patologie oncologiche, migliorare, affiancandole, l’efficacia delle terapie tradizionali, riducendone gli effetti collaterali, migliorandone la prognosi. Chi sceglie un’alimentazione il più possibile a base vegetale ha molte più chance di guadagnare in salute, di non ammalarsi e, qualora si fosse già ammalato, di migliorare comunque la sua situazione.

E tra cibi vegetali e di origine vegetale e di origine animale che differenza ci sono?

I cibi vegetali alcalinizzano l’organismo e lo disinfiammano.  Le cellule tumorali vivono proprio in ambienti acidi e infiammati. I cibi di origine animale sono i più dannosi proprio per creare un ambiente favorevole alla progressione delle cellule mutate, per cui migliorare e spostare l’alimentazione sui cibi vegetali non può che essere vantaggioso per migliorare lo stato di benessere generale della persona, ma aumentare anche di gran lunga le chance di guarigione.

A chi si rivolge questa conferenza in particolare?

La conferenza sarà rivolta a tutti, pazienti, parenti, operatori sanitari, medici, fisioterapisti, infermieri, popolazione in generale. Tutti coloro che vogliono sapere meglio cosa fare con la propria alimentazione sono ben graditi. Aspettiamo tante persone curiose, interessate e con tante domande perché ci sarà spazio per rispondere poi a tutte le curiosità e alle domande del caso.

Questa è la prima delle tre conferenze: cosa lasceremo alle persone che verranno ad ascoltarci?

La cosa bella è che al termine del pomeriggio le persone potranno andare a casa con delle informazioni precise e dettagliate, delle indicazioni pratiche, in maniera tale che già dalla sera stessa potranno modificare al meglio le loro abitudini alimentari. E sicuramente non torneranno più indietro. Ci sono tante cose utili e interessanti da sapere, tante cose gustose da assaggiare e il decidere coscientemente di modificare la propria alimentazione va solo a vantaggio della nostra salute.

Bene, tutti voi avrete capito di che cosa parleremo domenica e quanto sarà interessante. Come ha già detto la dottoressa ci sarà ampio spazio per le domande e per le curiosità, perché i nostri due relatori sono veramente molto preparati e desiderosi di rispondere ai vostri dubbi. Non vedo l’ora di avervi domenica, sarà un appuntamento molto interessante per sfatare qualche mito sull’alimentazione come cura e prevenzione di un brutto male con il tumore.

You may also like

Alla conquista del Giappone

La tecnologia Taopatch® incontra l’Oriente Nell’immaginario collettivo e