VACCINI: Cavie o Benefici tangibili? RESTRIZIONI E ZONE COLORATE: Misure Idonee o Ostaggi Ingiustificati del Governo?

VACCINI: Cavie o Benefici tangibili? RESTRIZIONI E ZONE COLORATE: Misure Idonee o Ostaggi Ingiustificati del Governo?

- in Studi e Ricerche, Ultime Notizie
590
0

 

Abbiamo intervistato in esclusiva l’onorevole Francesca Donato, parlamentare europeo e avvocato, con cui abbiamo approfondito i temi dell’obbligatorietà vaccinale ma non solo…

L’onorevole ci ha spiegato le ragioni che l’hanno spinta a dedicare un video molto dettagliato alla questione dei vaccini rifacendosi ai documenti ufficiali e ai dati pubblicati sia dall’AIFA, l’ Agenzia italiana del farmaco , che dall’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali, le quali pur avendo autorizzato i vaccini hanno altresì, per loro stessa ammissione, riportato dei dati inerenti l’assoluta incertezza dei medesimi rispetto alla loro efficacia, sicurezza e reale copertura dall’infezione e dal contagio.

La stessa AIFA proprio nei giorni scorsi ha provveduto a cancellare dal suo sito gli scritti da cui l’onorevole aveva attinto ma che, fortunatamente, aveva anche provveduto a salvare riservandosi di renderli pubblici quanto prima.

Nei suddetti, viene infatti ribadito come non ci sia aun’accertata efficacia di copertura vaccinale proprio per quei soggetti che invece dovrebbero avere la priorità di tutela, come: i soggetti affetti da immunodeficienza o affetti da patologie gravi, le donne in gravidanza e in allattamento, i minori di 16 anni e i soggetti allergici.
Ciò ci da modo di affermare senza alcuna remora che tutte queste persone siano in realtà delle vere e proprie cavie sottoposte a loro insaputa ad una sperimentazione.

Abbiamo chiesto all’Onorevole Donato informazioni anche in merito alla secretazione dei contratti, conclusi tra le case farmaceutiche e la commissione europea, e la stessa ci ha ribadito quanto questo possa dare la cifra di un aspetto su cui riflettere.
Insieme ad altri parlamentari europei della Lega si è fatta dunque promotrice di un’azione di richiesta visione di tali documenti contrattuali ma la risposta ricevuta è stata molto deludente e a dir poco opaca.

Abbiamo inoltre fatto insieme alcune riflessioni sulle responsabilità da attribuire agli organi di governo nazionali ed europei e a quanto una politica poco leggittimata stia prendendo delle decisioni poco giustificate, vedi zone regionali colorate o chiusura di esercizi pubblici fino ad arrivare alla DAD dei nostri ragazzi, con una metodologia legislativa ingiustificata e non concertata con il comitato tecnico scientifico nominato dallo stesso governo.

In ultimo abbiamo accennato all’iniziativa #ioapro, indetta da alcuni esercenti in segno di protesta agli obblighi imposti e alle relative implicazioni legali per promotori e partecipanti.

Tutto questo lo troverete nel video dell’intervista di questa pagina ma anche nel nostro nuovo numero cartaceo della rivista Salute Plus che vi invitiamo a non perdere!!
Buona Visione

You may also like

Oli essenziali per un caldo inverno

Buongiorno, dottoressa, andiamo incontro all’inverno e all’intimità delle