Cattivo umore: come superarlo

Cattivo umore: come superarlo

- in Salute e Benessere
90
0

Il cattivo umore fa parte dell’esistenza umana, ma nella maggior parte dei casi è una condizione passeggera. In certi momenti, infatti, è possibile essere di malumore, così come provare rabbia, malinconia o tristezza.

Per fortuna esistono delle piccole strategie che aiutano a sentirsi meglio, dei trucchetti che permettono di incrementare la produzione di serotonina, ovvero la molecola della felicità. Scopriamone alcuni.

Vivere appieno il cattivo umore e fare una camminata

Vivere appieno il proprio malumore può aiutare a sfogarsi: una volta raggiunto il picco, infatti, la tristezza tenderà a diminuire senza cronicizzarsi in apatia. Quando si vive un momento di tensione, inoltre, è importante fermarsi a riflettere e a pensare con calma, senza ostinarsi a vivere freneticamente.

Anche camminare è un vero toccasana per mitigare malumore, tristezza e tensione. Questa attività, infatti, è una forma di meditazione dinamica che apporta una serie di benefici immediati sulla mente e sul fisico.

Condividere le proprie emozioni

Condividere i propri pensieri e i propri stati d’animo aiuta a ridimensionare ansia e malessere: sfogarsi e scambiare varie opinioni, infatti, è un ottimo antidoto contro il cattivo umore.

Ben vengano, quindi, una telefonata o un caffè in compagnia, così come il confronto diretto con una persona della quale ci si fida.

Ascoltare musica e praticare un hobby

Non dimentichiamo, infine, che la musica è una delle terapie più efficaci contro il cattivo umore. Ascoltare il proprio brano preferito trasmette felicità, senza contare che esistono delle canzoni che sono “strumenti universali” in tal senso.

Secondo un sondaggio statunitense, ad esempio, Don’t stop me now dei Queen pare sia in assoluto il pezzo più positivo dell’intero panorama musicale internazionale. Al secondo posto troviamo Dancing Queen degli Abba, mentre il terzo gradino del podio spetta a Good vibrations dei Beach Boys.

You may also like

Prebiotici e probiotici: cosa sono

Probiotici, prebiotici e simbiotici sono elementi essenziali per