Obesità infantile: come evitarla per il tuo bambino

Obesità infantile: come evitarla per il tuo bambino

L’obesità infantile è un fenomeno allarmante in Italia, il 21% dei bimbi che frequentano la scuola primaria risulta essere in sovrappeso e il 9% è obeso.

Il sovrappeso in età pediatrica è causa di numerose problematichequali:

  • Incremento dell’insulina, che può evolvere in diabete di tipo2
  • Aumento di colesterolo, trigliceridi e acido urico
  • Accumulo di grasso a livello del fegato
  • Aumento della pressione arteriosa
  • Patologie cardiovascolari
  • Problemi ortopedici
  • Disagi che si traducono in problemi psicologici e depressione

Non rimproveriamoci se per amore dei propri bimbi ci viene naturale chiudere un occhio su golose richieste, ma non facciamo diventare questa prassi un’abitudine. Alimentazione e stile di vita corretti devono essere una buona regola per adulti e bambini.

Il primo passo? Porre attenzione al peso già in gravidanza!
Durante tutti i nove mesi di gestazione la mamma deve seguire una dieta sana, variata ed equilibrata, contenente tutti i macro e micronutrienti utili allo sviluppo fisiologico del bambino e alla sua salute.

È bene tenere sotto controllo il peso della mamma e la crescita del bambino, per questo motivo è utile un confronto fin dai primi mesi con il proprio ginecologo che porterà utili indicazioni e consigli su un’alimentazione sana e corretta.

La corretta alimentazione deve essere insegnata dai genitori!

Qualità e quantità sono i fattori da tenere sotto controllo dall’allattamento all’adolescenza. Insegnare l’alimentazione richiese impegno e talvolta qualche rinuncia, dare il buon esempio è senza dubbio il modo più efficace per ottenere buoni risultati ed evitare problemi di obesità infantile.
Ecco alcune buone regole:

  • Durante i pasti mangiare assieme ai bambini
  • Portare in tavola la porzione dovuta nel piatto e incoraggiare i bambini a mangiare lentamente a piccoli bocconi
  • Mangiare le stesse pietanze dei più piccoli
  • I pasti giornalieri devono essere cinque, tre principali e due merende
  • Tenere fisso l’orario dei pasti

No agli alimenti che apportano solo calorie!
Una delle maggiori cause di obesità infantile è l’eccessivo consumo di zuccheri semplici. Evitare quindi innanzi tutto bevande gassate e succhi di frutta zuccherati, esse forniscono al nostro corpo calorie vuote, prive di valori nutrizionali se non l’energia subito disponibile dello zucchero semplice. Tali calorie spesso risultano essere eccedenti rispetto all’energia richiesta dal corpo e causano un veloce aumento di peso.

Da evitare anche gli eccessi di proteine di origine animale e dei grassi. I pasti devono essere bilanciati e contenere sempre carboidrati complessi e fibre, frutta verdura e legumi devono essere assunti tutti i giorni dai nostri bimbi.

Guerra alla sedentarietà!

Spegnere televisione tablet e smartphone, e passare del tempo in famiglia all’aria aperta, passeggiate e giochi dinamici diventeranno un bellissimo passatempo!
Incoraggiare il bambino a scegliere uno sport che lo possa aiutare in una crescita salutare fisiologica e caratteriale.

Tutti in cucina!
Una buona idea è far partecipare attivamente i bambini alla preparazione del cibo, un modo divertente per insegnare l’importanza della nutrizione.

Alla sera a nanna presto e al mattino pieni di energia!

Gli orari della sveglia e della nanna determinano i bioritmi del bambino, buona regola è svegliarsi e andare a letto sempre alla stessa ora. Durata e qualità del sonno incidono sul peso dei bambini. Il rischio di obesità è più alto in bambini che dormono poco.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

You may also like

La mancanza di sonno e le sue conseguenze

In questa seconda pillola dedicata ai disturbi del